Tecniche di spugnatura per pareti | Il Marito in Affitto
Spugnatura pareti

Tecniche di spugnatura per pareti

La spugnatura pareti interne, conosciuta anche come “effetto spugnato”, è una tecnica pittorica che consente di creare delle ombreggiature ripetute che danno l’impressione di una nuvola o di increspature acquatiche. Questo effetto può essere ottenuto lavorando in modo sobrio su tinte tono su tono o sovrapponendo colori diversi per un risultato più estroso.

Tecniche di spugnatura per pareti

Per ottenere una grande varietà di effetti spugnati si procede tamponando la parete con un oggetto dalla texture particolare che possa riportare la propria trama sul muro rilasciando la giusta quantità di vernice.
Nonostante la soluzione tradizionale sia, come suggerisce il nome, proprio una spugna (che può essere naturale o artificiale), a seconda dell’effetto desiderato è possibile impiegare altre matrici quali stracci appallottolati o spugne industriali a rete.
Una volta scelto il supporto da utilizzare sarà il momento di decidere con quale tecnica procedere, se con la spugnatura “a mettere” o con quella “a levare”.
In entrambi i casi si inizia da una parete già pronta (ovvero con fondo uniforme già steso), che a seconda della tecnica selezionata potrà essere spugnata direttamente intingendo la matrice nella vernice e usandola per tamponare la parete (tecnica “a mettere”) o coperta di colore con un rullo per poi passare la matrice sulla vernice fresca così da rimuoverne una parte (tecnica “a levare”).
Nel caso della spugnatura “a mettere”, è possibile anche lavorare con più colori decidendo di spugnare contemporaneamente con tinte diverse per un effetto più mixato o di procedere con la seconda tinta soltanto dopo l’asciugatura del primo livello di spugnature per ottenere un risultato con colori di primo e secondo piano.

Spugnatura pareti tono su tono

La tecnica della spugnatura può essere utilizzata anche per ravvivare una parete in modo estremamente sobrio ed elegante. In questo caso è necessario scegliere tre sfumature del colore prescelto che rappresentino la parte chiara, media e scura della spugnatura. Anche una semplice parete bianca, quindi, può essere esaltata sovrapponendo ad esempio un bianco ottico, un bianco panna e un bianco avorio.

Spugnatura pareti fai da te: i rischi

Realizzare una parete spugnata può essere un’attività di bricolage piacevole e soddisfacente, ma nonostante possa sembrare semplice nasconde il rischio dell’insoddisfazione.
Il rischio maggiore che puoi correre approcciando questa lavorazione senza una preparazione adeguata, infatti, è quello di ottenere una parete chiazzata in cui le varie tinte, anziché mescolarsi soavemente nella marezzatura o nuvolatura delle foto da cui hai preso ispirazione, danno vita a uno sgradevole effetto a macchie disordinate.

Se vuoi affidare il tuo progetto di spugnatura pareti interne a un professionista, non perdere l’occasione di trovare il Marito in Affitto più vicino a te: clicca qui.

No Comments

Post A Comment