Come dividere una stanza per ricavare due camerette | Il Marito in Affitto
come-dividere-una-stanza

Come dividere una stanza per ricavare due camerette

La convivenza forzata di fratelli e sorelle può rivelarsi fonte di frustrazione e disagi. Se anche tu vorresti
ottenere o regalare un po’ di privacy in più potresti pensare di dividere una stanza in due camerette quasi
indipendenti. Continua a leggere per dare un’occhiata ai nostri suggerimenti.

Come dividere una stanza?

Le primissime cose da tenere in considerazione quando si vuole dividere una cameretta in due sono le
variabili strutturali e la luminosità dell’ambiente. Per esempio: è possibile “ritagliare” due spazi con un
cartongesso o non ci sono abbastanza fonti di aria e luce? Qual è il modo migliore di tracciare i nuovi
ambienti per massimizzare privacy e spazio a disposizione?
In questa fase è essenziale avere un disegno della stanza, meglio se una planimetria in scala, così da poter
considerare le possibili soluzioni nella maniera più realistica possibile.

Ecco qualche idea su come trasformare una stanza in due camerette distinte:

Realizzare una parete divisoria

Se l’ambiente di partenza è dotato di due o più finestre non dovrebbero esserci controindicazioni:
innalzare un cartongesso è un’operazione semplice ed economica che in pochissimo tempo trasformerà la
stanza in due camerette. La variabile extra? Il punto di accesso: se non è possibile ricavare due porte,
infatti, potrebbe essere una buona idea creare una sorta di anticamera per evitare che per accedere a uno
dei due spazi sia obbligatorio transitare nell’altro.
Hai a disposizione soltanto una finestra? Per fortuna in molti casi è possibile dividere il serramento in due
– per farlo, però, è necessario consultare un tecnico.

Dividere parzialmente con un elemento verticale

Vuoi aumentare la privacy degli inquilini della stanza senza pregiudicare il rapporto aero-illuminante?
Valuta la possibilità di creare una parete (in cartongesso ma anche in legno) con un’altezza adeguata a
delimitare gli spazi e renderli più intimi pur senza raggiungere il soffitto.
Il nuovo elemento potrà anche fungere da parete di appoggio per letto e postazioni di studio e gioco,
trasformandosi in una versatile soluzione d’arredo.

Separare con un elemento filtrante

Una delle opzioni più semplici ed economiche per dividere una stanza in due è utilizzare elementi filtranti
come librerie o armadi bifacciali, scaffali modulabili, separé e comode pareti attrezzate.
Questa soluzione risulta particolarmente indicata nel caso delle camerette occupate dai più piccini, che
possono covare il desiderio di avere spazi personali senza rinunciare alla rassicurante sensazione di
vicinanza e condivisione.

Installare una porta scorrevole

Realizzare una porta o un separè scorrevole può tornare utile nei casi in cui si voglia avere la possibilità di
restringere e allargare lo spazio a piacimento, magari diversificando l’ambiente in base alle esigenze o ai
diversi momenti della giornata (es. gioco e studio).
Se la stanza da dividere ha un’unica finestra, inoltre, una porta scorrevole a vetri lascerà filtrare la luce
evitando di penalizzare la metà meno esposta della stanza.

Vuoi sottoporre il tuo progetto al parere di un esperto? Cerca il tuo Marito in Affitto qui.

No Comments

Post A Comment